Willie Peyote e la denuncia sociale nel suo nuovo singolo

willie-peyote

Rapper all’italiana

Guglielmo Bruno, in arte Willie Peyote, è un rapper e cantautore italiano nato a Torino nel 1985.
Il cantante vanta all’attivo quattro album pubblicati tra il 2014 e il 2020.

Recentemente ha pubblicato il suo nuovo singolo ‘La depressione è un periodo dell’anno‘, un pezzo colmo di denunce sociali che sono fotografia del periodo storico che stiamo vivendo. Il singolo sembra essere il successore naturale del suo precedente singolo ‘Algoritmo‘, anch’esso tendente alla sfera delle denunce sociali, come la maggioranza dei suoi lavori.

La denuncia nel nuovo singolo

La musicalità del pezzo appare da subito cupa e pesante: il modo migliore per rappresentare musicalmente le nostre sensazioni.

Nel testo vi sono chiari riferimento alla moltitudine di situazioni che si sono venute a creare dal primo lockdown al giorno d’oggi, passando per l’apparente libertà estiva.

Gli argomenti trattati sono vasti: la procrastinazione istituzionale, i neo esperti social, i negazionisti, i lavoratori suicidi, la rabbia della gente e le fake news.
Nel testo vi è un riferimento anche ad Angela da Mondello, la signora del “non c’è n’è coviddi“: fotografia del fatto che per Willie Peyote nessuno va lasciato indietro.

Come al solito il cantante torinese non fa sconti, preferisce non avere peli sulla lingua e parlare chiaro.
Il messaggio del rapper – intrinseco nel nuovo singolo – è stato esplicitato da lui stesso in una dichiarazione che ha accompagnato l’uscita del singolo. L’invito al silenzio, all’apertura mentale e all’ascolto; quasi come a dire: “le abbiamo provate tutte, perché non provare a optare per il silenzio?”

Le parole di Willie Peyote

“Questo è un brano che ho cominciato a scrivere alla fine dell’estate perché nonostante il tentativo di tutti noi di guardare al futuro con positività, nonostante il vago -libera tutti-, nonostante la retorica primaverile dell’andrà tutto bene, purtroppo era evidente che le cose sarebbero andate in un’altra direzione. E mentre tutti si accapigliavano in una polemica diversa al giorno, su qualsiasi argomento, io sono sparito dai social cercando di evitare di essere ingoiato in questa fiera delle opinioni un tanto al chilo che quotidianamente peggiora la confusione che già regna sovrana ormai da febbraio. Capisco che ognuno di noi debba sopravvivere a questo periodo che ci mette a dura prova come meglio riesce, ma il silenzio non è davvero più un’opzione per nessuno?”

Willie Peyote parla del suo nuovo singolo ‘La depressione è un periodo dell’anno’

Photocredits: @williepeyote