Luna Rossa batte Ineos 7 a 1. Dal 6 marzo andrà a sfidare Emirates Team New Zealand

Luna-Rossa

Luna Rossa,  a distanza di 21 anni dall’ultima volta, vince la selezione degli sfidanti, oggi Prada Cup. Dal 6 marzo andrà a sfidare Emirates Team New Zealand

Si chiude la Prada Cup con la vittoria di Luna Rossa che oggi conquista altri due punti, quelli decisivi con cui porta a casa le sette prove necessarie per aggiudicarsi la Challenger Selection Series e quindi il diritto di sfidare i neozelandesi nel match di America’s Cup.

Luna Rossa è di nuovo in lizza per vincere il trofeo più antico della vela, vecchio di 170 anni. Un inseguimento durato 20 anni e 5 campagne, con tante illusioni frustrate.

L’imbarcazione italiana vince la prima Prada Cup con pieno merito

La selezione degli sfidanti, infatti, per oltre trent’anni è stata intitolata a Louis Vuitton la quale, dopo aver firmato tutte le edizioni, ha rinunciato per vari motivi, inclusi un management mutato che non ha più creduto in questo evento.

Sette a uno. Cinque vittorie di fila e solo una sconfitta, patita però per soli pochi secondi al sesto volo. La prima Prada Cup è stata vinta dal team italiano con pieno merito, senza sbavature, dopo aver disputato regate veloci e appassionanti.

Al contrario di quanto possa far sembrare il risultato, l’avversario era di primissimo livello, anche in condizioni di vento leggero la barca si è dimostrata velocissima.

Le prime giornate di finale sono state corse in condizioni, di vento e onda ben, più sostenute, con le barche che hanno mostrato prestazioni molto più simili.

Le parole a caldo di Francesco Bruni, timoniere di Luna Rossa

E’ un grande giorno per noi e per Luna Rossa, ma è anche un grande giorno per l’Italia. E’ stata una finale molto difficile, ora dobbiamo subito concentrarci sulla bella battaglia che ci aspetta in America’s Cup. Abbiamo limitato gli errori, mantenuto la calma e preso buone decisioni. La barca poi ha fatto il resto“.

Ve lo prometto faremo di tutto per cercare di portare in Italia la Coppa America. Per farcela dovranno passarci sopra la testa

Per l’Italia questa è la terza volta che partecipa alle regate che assegnano Coppa America: la prima nel 1992 con il Modo di Venezia di Gardini e Cayard, poi nel 2000 con la Luna Rossa di Francesco De Angelis.

error: Il contenuto è protetto da Copyright