USA e URSS: 80 anni dal disastro evitato

USA-e-URSS-80-anni-dal-disastro-evitato

Erano gli anni sessanta quando il mondo era “in piena Guerra Fredda”, in cui Stati Uniti di John Kennedy e Unione Sovietica di Nikita Kruscev combattevano silenziosamente tra loro. Era una rivalità in cui si cercava (anche) di dimostrarsi superiori al nemico, dalla quale venne l’enorme entusiasmo quando in quel 20 luglio del 1969 l’uomo sbarcò sulla Luna per la prima volta. Fu un importante traguardo per l’umanità, che solo per questo era in festa con molta gioia e orgoglio. Ancor più soddisfatti e orgogliosi furono coloro che lavoravano per il governo statunitense. Avevano battuto “i comunisti”, come loro li chiamavano in tono dispregiativo. Questi ultimi erano riusciti ad arrivare nello spazio per primi poco prima. Il film “Il diritto di contare” tratta in modo chiaro e bello l’argomento, e non solo.

Tensioni con la Cuba di Fidel Castro

L’unione Sovietica, in quegli anni in stretto contatto con Cuba, si accingeva ad installare dei missili nucleari sul suolo cubano. L’America di J. F. Kennedy teneva sotto attenta osservazione la cosa; allarmato, il 35° presidente degli Stati Uniti decise, dopo un confronto con dei suoi collaboratori, di imporre una “quarantena” navale posizionando delle navi a “protezione” di Cuba. Nel Paese cubano vigeva un regime comunista rigido durante gli anni di Fidel Castro.
Il 24 ottobre alcuni Russi cercarono di raggiungere Cuba, tornando poi indietro una volta vicine alle navi statunitensi che ne bloccavano l’accesso. Il 27 ottobre i sovietici abbatterono un areo spia americano denominato U-2.
La tensione era altissima, ma sia Kennedy che Kruscev vollero venire a patti, infatti riuscirono ad accordarsi impedendo così una tragedia, ossia lo scoppio di un conflitto armato. Sarebbero potuti essere usati dei missili nucleari, impossesso di entrambe le grandi potenze, che fortunatamente restarono sempre inutilizzate.

Un contesto storico molto denso

Nel 1963 uccisero il presidente Kennedy. Da lì deriva il titolo del romanzo scritto da Stephen King22/11/63“, incentrato sull’avvenimento. Un paio di anni dopo il Muro di Berlino venne eretto. Alla sua caduta, avvenuta il 9 novembre 1989, anche la Guerra Fredda cessò. E’ stato terribilmente travagliato il 900′; il mondo è andato in contro a tanti cambiamenti ed eventi significativi quali ad esempio le due Grandi Guerre durante quegli anni.
Fa tutto parte del passato, a cui in molti dicono che non bisogna guardare troppo. Il passato però è molto importante, ci mostra cosa c’è stato prima di noi e come siamo arrivati a certi punti. Chissà il futuro cosa ci riserverà.