Il Boxing Day della Premier League: Natale nel pallone

Premier League

Il Boxing Day di Premier League: nessuna pausa per il campionato inglese

Il Boxing Day di Premier League nasce, come da tradizione, per farci trascorrere le festività natalizie in compagnia del pallone.
Quest’anno inoltre la Premier vede due turni molto ravvicinati: si inizia a Santo Stefano con la quindicesima giornata e si termina mercoledì 30 con la fine della sedicesima giornata.

Due turni tutti da seguire che promettono grande spettacolo ed imprevedibilità causa turn-over. In programma due big match: Leicester-Manchester United e Arsenal-Chelsea.

Occhi puntati sul Liverpool che può approfittare della sfida tra le due inseguitrici per allungare. L’Arsenal vuole interrompere il pessimo momento in campionato con una vittoria nel derby.

Il Boxing Day di Santo Stefano

Il turno si apre con la sfida delle 13:30 tra Leicester e Manchester United. Le due squadre si giocano il ruolo di anti-Liverpool e vogliono mettere pressione ai Reds. A passare in vantaggio sono i diavoli rossi con Rashford al 23’, ma vengono subito recuperati dai padroni di casi grazie alla splendida rete di Barnes.
Nel secondo tempo ospiti ancora avanti, stavolta segna Bruno Fernandes al 79’, ma vengono riacciuffati nel finale di partita dell’autogoal di Tuanzebe.
Termina 2 a 2. L’unica vincitrice è il Liverpool che può allungare.

A seguire c’è la sfida tra Aston Villa e Crystal Palace.
I padroni di casa dominano il match vincendo per 3 a 0 nonostante l’espulsione di Mings al 45’. La rete d’apertura è di Traore dopo solo 5 minuti di gioco. Nel secondo tempo Hause al minuto 66’ trova il raddoppio ed El Ghazi chiude l’incontro al minuto 76’ calando il tris.
Aston Villa momentaneamente 6° in classifica.

L’altro match delle 16:00 è quello che vede scontrarsi il Fulham con il Southampton.
Una partita che sembrerebbe avere il risultato già scritto, anche perché gli ospiti dominano in lungo e in largo, ma incredibilmente la partita termina con il risultato di 0 a 0. Il Var è il protagonista del match, annullando giustamente due goal per fuorigioco al Southampton che perde la possibilità di avvicinare la zona Champions.

Il Derby di Londra è l’unica partita delle 18:30 e merita grandissima attenzione.
A sorpresa l’Arsenal demolisce il Chelsea per 3 a 1. Gli uomini di Arteta giocano 60 minuti di calcio spettacolo e si portano sul 3 a 0. Prima la rete di Lacazette su rigore al 34’, poi la perla su punizione di Xhaka al 44’ chiudono il primo tempo sul 2 a 0. Saka al 56 scrive la parola fine alla partita. La risposta del Chelsea arriva all’85’ grazie ad Abrham ultimo ad arrendersi e ad accorciare le distanze. Al 91’ si potrebbe riaprire il derby negli ultimi minuti, ma Jorginho fallisce un calcio di rigore.
Finisce 3 a 1 e l’Arsenal torna a vincere in campionato dopo 7 partite.

Uno dei due match delle 21:00 è Manchester City-Newcastle.
Gli uomini di Guardiola vincono con un secco 2 a 0 ma il risultato avrebbe potuto essere molto più ampio. Dopo soli 14 minuti di gioco, il City passa in vantaggio con la rete di Gundogan a coronazione di una lunga serie di passaggi. Le occasioni per fare il secondo goal non mancano, ma bisogna aspettare la ripresa per la rete del 2 a 0 finale del gioiellino Ferran Torres. Risultato mai in discussione.

L’ultima partita di Santo Stefano è quella tra Sheffiel United ed Everton. Padroni di casa che sono ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato, ma a quanto pare dovranno aspettare ancora. La partita infatti è molto bella e vivace e lo 0 a 0 regna sovrano fino all’80’, quando, la classe degli uomini di Ancelotti fa la differenza. Infatti Sigurdsson corona una splendida azione corale e regala i tre punti agli ospiti che si portano in 2° posizione alle spalle del Liverpool.

Il Boxing Day di Premier League si chiude con le partite della domenica

Il pranzo domenicale si apre con la sfida tra Leeds e Burnley.
I padroni di casa passano in vantaggio dopo soli 5 minuti di gioco grazie al calcio di rigore trasformato da Bamford. La partita rimane aperta e non viene chiusa dal Leeds e il Burnley rimane vivo e sfiora il pari nel finale con Barnes che però colpisce il palo. Finisce 1 a 0!

La partita a seguire è West Ham-Brighton. Il Brighton tenta di lasciarsi alle spalle la zona retrocessione e nel primo tempo sono le sue motivazioni ad avere la meglio. È Maupay al minuto 44 a portare in vantaggio gli ospiti. Il secondo tempo è un susseguirsi di azioni e di goal: al minuto 60 pareggia il West Ham con rete di Johnson. Gli ospiti passano nuovamente in vantaggio 10 minuti dopo con rete di Dunk, ma si fanno riacciuffare all’82’ da Soucek che firma il 2 a 2 finale!

Alle 17:30 il Liverpool affornta ad Anfield il West Bromwich che cerca punti per la salvezza. I padroni hanno voglia di allungare il loro vantaggio sull’Everton e infatti partono subito col piede sull’acceleratore passando in vantaggio dopo 12 minuti con Manè. I Reds avrebbero almeno altre 4 palle goal clamorose per trovare il raddoppio, ma non capitalizzano e si fanno rimontare da un West Bromwich che non ha mai smesso di crederci! Ajayi all’82’ sfrutta l’arma principale degli ospiti, il calcio piazzato, e di testa realizza l’1 a 1 finale!

L’ultimo match di questa giornata vede contrapposti Wolverhampton e Tottenham. Per gli uomini di Mourinho è una ghiotta occasione per ritornare nelle primissime posizioni e recuperare qualche punto al Liverpool. Inzia bene il Tottenham che al primo minuto di gioco passa in vantaggio con la rete di Ndombele. Il goal subito a freddo sveglia i padroni di casa che iniziano a dominare il match e si vedono annullare dal Var un calcio di rigore nel secondo tempo. Gli ospiti sembrano scamparla ma vengono rimontati all’86 da Saiss, e nell’ultimo di recupero rischiano di subire il 2-1; solo uno splendido intervento di LLoris salva gli Spurs. Finisce 1 a 1. Quattro partite senza vittorie per il Tottenham.

La classifica

Classifica che subisce ben poche variazioni nella parte medio bassa di classifica. I veri cambiamenti si hanno nelle prime posizioni. L’Evrton scavalca lo United e il Leicester e si porta a -3 dalla vetta. Il City agguanta il Tottenham in 5° posizione ma gli uomini di Guardiola hanno una partita in meno. Scivola invece in 8° posizione il Chelsea, mentre l’Arsenal ottiene 3 punti che danno ossigeno.

error: Il contenuto è protetto da Copyright