Friends, serie tv immortale

friends-serie-immortale

A 26 anni dal debutto, la serie tv Friends si conferma immortale. La sitcom senza tempo, amata oggi come allora

Se i re-watch ossessivi fanno sì che una serie si eterni, allora sì, la serie tv Friends è immortale.

Era il 22 settembre 1994 quando David Crane e Marta Kauffman hanno portato nelle case, le ordinarie avventure di sei amici nella Grande Mela.

Chandler, Joey, Monica, Phoebe, Rachel e Ross hanno subito occupato un posto nel cuore di milioni di telespettatori. 

Cosa c’è di tanto speciale da rendere Friends una serie tv immortale? 

Il primo episodio della prima stagione, ci presenta una tipica caffetteria di Manhattan degli anni 90, il Central Perk.

Un divano fa da padrone ad una sala, la quale rappresenta un luogo di ritrovo e di certezze, alle esistenze dei sei newyorkesi e perché no, anche ai nostri occhi.

Monica, malata di ordine e di pulito, da piccola ha sofferto di problemi di obesità, ma ambisce a diventare una famosa chef, trasformando così la sua dipendenza in professione.

Suo fratello Ross, ha appena divorziato dalla moglie, scopertasi lesbica. È un paleontologo, il più noioso agli occhi degli amici.

Phoebe, stravagante e anticonvenzionale dal passato travagliato, si guadagna da vivere facendo la massaggiatrice, ma si diletta nella composizione di canzoni altrettanto fuori dagli schemi.

Joey è invece il ritratto del ragazzo di provincia trasferitosi a New York per fare fortuna come attore, peccato che i suoi provini siano il più delle volte fallimentari.

Chandler è “costretto” invece ad un lavoro ben pagato, ma insoddisfacente; è caratterizzato da un’inadeguatezza nelle relazioni a causa dei suoi traumi infantili.

Poi c’è Rachel, ex compagna di scuola di Monica. Rachel lascia il suo fidanzato all’altare, scappando da una vita (agiata) che non la soddisfa, animata da una voglia di indipendenza. I suoi nuovi amici le danno il benvenuto nel mondo reale, che fa schifo, ma che amerà.

Ognuno ha un suo tratto distintivo, che sia una battuta, un’esclamazione, un vizio o una caratteristica fisica: quel segno particolare cucito addosso, ricorrente in tutte le dieci stagioni.

Niente di apparentemente speciale. Allora perché ancora oggi continua ad avere tutto questo seguito, attirando costantemente nuovi telespettatori? Non credo si tratti semplicemente di nostalgici dei 90s, ma la serie tv Friends è destinata a restare immortale per ovvi motivi.

Banale o reale? 

L’obiettivo è quello di raccontare l’ordinarietà, i problemi all’ordine del giorno sul lavoro e nelle relazioni.

I sei protagonisti si ritrovano così, dai venti ai trent’anni, ad affrontare i dubbi e le preoccupazioni di una generazione che si affaccia al mondo: l’ambizione nel lasciare il porto sicuro per ottenere il lavoro dei propri sogni e le scelte di vita che mettono davanti ad un bivio, sono solo alcuni dei temi trattati dalla regina di tutte le sitcom

L’unica costante è l’amicizia. Non importa se il tuo lavoro è uno scherzo, sei distrutto, la vita amorosa è morta; se non è stato il tuo giorno, la tua settimana, il tuo mese o neanche il tuo anno, ma i’ll be there for you.

Friends trasmette una sensazione di spensieratezza, qualcosa da guardare senza troppo impegno a tutte le ore del giorno e della notte. Una compagnia piacevole di ragazzi, non troppo dissimili da noi. 

È qui infatti che risiede l’immortalità di Friends: è -per certi versi- reale. Porta sullo schermo le delusioni e le battaglie della vita di tutti i giorni, ma con una nota di sarcasmo e oserei dire di superficialità, nell’accezione positiva del termine. 

L’eredità di Friends

Sono passati 26 anni, ma resta comunque la migliore tra le serie tv comedy mai esistite. Molte sono state infatti le emulazioni per cercare di realizzare dei contenuti senza tempo, apprezzabili anche a distanza di decenni, ma la regina indiscussa resta lei.

Gli appassionati lasciano gli episodi (rigorosamente in lingua originale) in riproduzione automatica. Non conta quante volte ormai abbiano visto la serie, se conoscono ogni battuta a memoria e distinguono le stagioni dal taglio dei capelli dei protagonisti (real story).
La serie tv Friends è immortale e conserverà sempre un posto nella sezione del “continua a guardare”

Se rientri nella categoria di chi ha lasciato questa serie ad impolverarsi nella sua lista Netflix (qui qualche consiglio per arricchirla), non rimandare ulteriormente e approfittane, non te ne pentirai.

error: Il contenuto è protetto da Copyright