I Foo Fighters iniziano il nuovo anno con una canzone

Foo-Fighters-festeggiano-il-capodanno-con-una-canzone

La storia dei Foo Fighters

I Foo Fighters sono un gruppo dai toni Rock e Post-Grunge nato nel 1994 a Seattle. Fondati da Dave Grohl dopo lo scioglimento dei Nirvana (band nella quale suonava come batterista), la band ad oggi conta sei membri e nove album. Ai tempi dell’album di esordio, la band contava come unico membro ufficiale lo stesso Dave Grohl. Il nome si riferisce al termine utilizzato durante la seconda guerra mondiale dai piloti che avvistavano strani oggetti volanti. Foo Fighter sarebbe, quindi, un sinonimo di UFO (Unidentified Flying Object).

Il nuovo singolo

Il 2021, per i Foo Fighters, è iniziato decisamente bene. La band, infatti, ha rilasciato nel giorno di capodanno il secondo singolo estratto dall’album in uscita il 5 febbraio. Il titolo del singolo è No Son of Mine ed in pochi giorni è arrivato già a 500.000 visualizzazioni solo su Youtube. La traccia è in pieno stile Foo Fighters, energica e rapida. Secondo i fan, la canzone è nello stile dei Motörhead e dei Rammstein, due band metal provenienti dall’Inghilterra e dalla Germania.

L’album in arrivo

Già da tempo i Foo Fighters hanno annunciato l’uscita di un nuovo album, prevista per il 5 febbraio 2021. Il titolo sarà Medicine at Midnight e, secondo Dave Grohl, si prospetta essere l’album più strano che i Foo Fighters abbiano mai fatto. La bizzarria dell’album è evidente già dai due singoli pubblicati: Shame Shame e No Son of Mine, entrambi stravaganti quasi quanto il loro autore. Non sono insolite, infatti, certe stranezze da parte di Dave Grohl. Alcuni esempi sono il trono di chitarre (progettato da lui stesso e usato poi sul palco), alcuni assurdi videoclip (Learn to Fly ed Everlong ne sono esempi lampanti) e le sue dichiarazioni durante le interviste, durante le quali ha dichiarato di essere un esperto di asparagi.

error: Il contenuto è protetto da Copyright