Florian Wirtz, tedesco non ancora diciottenne, in forza al Bayer Leverkusen

talent-scout2

Le “Aspirine” lo hanno prelevato dalle giovanili del Colonia nella passata stagione ed inizialmente lo hanno inserito nella squadra under 19

Il Bayer Leverkusen, dopo aver ceduto Havertz al Chelsea, ha inserito il giovane Florian Wirtz stabilmente in prima squadra e gara dopo gara mostra il suo bagaglio di grandi potenzialità.
Si tratta di una mezzapunta o trequartista, se preferite, ancora acerbo sul piano fisico.

Sopperisce con una invidiabile tecnica di controllo e tocco di palla che effettua quasi sempre con il piede destro.
I suoi punti di forza sono la visione di gioco e la capacità di rifornire i compagni con passaggi quasi sempre perfettamente calibrati.

Non trascurabile è il suo istinto nel trovare lo spazio ed il tempo giusti per l’inserimento offensivo. Pecca ancora in potenza di calcio, ma è un difetto che un classe 2003 ha tutto il tempo di colmare.

Florian Wirtz è il più giovane marcatore della storia della Bundesliga

Il 18 maggio nella gara vinta dalle ‘Aspirine’ per 4-1 contro il Werder Brema, a soli 17 anni e 15 giorni, Wirtz ha battuto il record di Havertz e si piazza solo dietro a Nuri Sahin del Borussia Dortmund e Yann Aurel Bisseck del Colonia come debuttante più giovane di sempre nel massimo campionato tedesco.

Inoltre, al momento dell’esordio, era l’unico giocatore nato nel 2003, o dopo, ad aver giocato una partita di uno dei cinque maggiori campionati europei insieme a Harvey Elliott del Liverpool e Rayan Cherki del Lione.

Ha confermato di essere un predestinato il 6 giugno, segnando contro il Bayern Monaco il goal del 2-4. Un goal insignificante in termini di risultati, ma storico in termini statistici.        
Oltre che bellissimo: un destro all’incrocio che lo ha reso il marcatore più giovane nella storia della Bundesliga a 17 anni e 34 giorni.

Il mio parere è che non si muoverà dal Leverkusen almeno per un paio di stagioni, il che è peraltro un bene per la sua crescita calcistica.
Chi volesse scommettere sulle sue qualità dovrà necessariamente iniziare a muoversi prima che lo facciano clubs che sono in grado di attingere a budget inarrivabili per le squadre nostrane.

Se dovessi consigliarlo a qualcuno direi che l’Inter potrebbe trovare nel ragazzo tedesco il suo playmaker prossimo futuro .

error: Il contenuto è protetto da Copyright