And in the end, the love you take is equal the love you make.

beatles-abbey-road-anniversario

Compie 51 anni l’iconico scatto dei Beatles sulle strisce pedonali

L’immagine dei Beatles che attraversano le strisce pedonali nella storica Abbey Road Street, situata nel quartiere di Camden a Londra, è impressa nella nostra memoria ed è, forse, una delle copertine più iconiche di tutti i tempi, l’omonimo album dei Beatles, Abbey Road, appunto, l’unico album dei Beatles sul quale non compare né il nome della band né il titolo del disco.

Lo scatto fu realizzato la mattina dell’8 agosto del 1969, fuori dagli EMI Studios di Abbey Road, nella zona di St. John’s Woods dal fotografo Iain MacMillan. Un poliziotto fermò il traffico, per permettere alla band di attraversare le strisce pedonali e catturare lo scatto.

MacMillan fece vari scatti, e dopo svariati tentativi, fu scelto il quinto.

Analizzando la foto, salta subito all’occhio, troppo per quell’epoca, che John Lennon è vestito di bianco (si dice rappresenti il colore del lutto in alcune religioni orientali). In più, Paul, a piedi scalzi, tiene una sigaretta nella mano destra. In lontananza a destra, troviamo un uomo, un turista americano, di nome Paul Cole, inquadrato per sbaglio durante lo scatto della copertina. Si ritrovò per caso ad Abbey Road in una giornata di sole, durante le vacanze estive, nel momento giusto.

And in the end, the love you take is equal the love you make

Ecco il verso di uno dei brani più famosi e belli dell’album Abbey Road dei Beatles, che si chiama “The End“. Da un punto di vista del significato, questo brano subisce l’influenza delle filosofie orientali, riprendendo il concetto del Karma, il do ut des, come lo definirebbero i latini.

Il brano contiene l’unico assolo di batteria di Ringo.
E si caratterizza per il lungo assolo di chitarra elettrica suonato alternatamente dagli altri 3 componenti della band, cominciando da Paul McCartney, per poi passare a George Harrison, fino a concludere con John Lennon.

Il resto è storia.